Gli esseri umani possono cambiare il mondo?

Bruce Sterling, Cigno nero.

Torino, piazza Vittorio Veneto, Caffè Elena.

Un tech blogger dai principi etici più che discutibili aspetta Massimo Montaldo, uno dei suoi informatori. Quando si presenta, nelle sue scarpe distrutte tenute insieme da un paio di stringhe di cuoio grezzo, ha con sè molto di più di una semplice soffiata, ha con sé una notizia che potrebbe cambiare il mondo.

Già, ma quale mondo?

Cigno nero, il racconto di Bruce Sterling edito da 40k Books, ha tutto quello che ci si aspetta da un racconto cyberpunk, con taglienti accenni all’attualità. Quanto basta perfarci sorgere il dubbio (o la speranza) che gli esseri umani possano, con le loro azioni, realmente cambiare il mondo ma in un modo del tutto improbabile. A volte basta un singolo evento per trasformare il corso degli eventi e invalidare le convinzioni sedimentate nel corso di esperienze millenarie.

Le notizie non ci dicono mai che il nostro universo è contingente, che il nostro destino dipende da cambiamenti troppo grandi per essere compresi o troppo piccoli per essere visti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *