FIESTA MOVEMENT CHAPTER 2: continua uno dei migliori progetti di social media marketing in ambito automotive

Forse conoscerete già quello che giudichiamo uno dei migliori progetti di lancio di un prodotto nel settore automotive attraverso i social media degli ultimi anni. Si tratta del Fiesta movement.

In occasione del lancio negli USA della nuova Ford Fiesta, Ford ha dato a 100 persone per 6 mesi un’auto chiedendo loro di completare ogni mese una diversa missione, basata su un tema specifico: TravelTechnology, Style / Design, Social Activism, Adventure. Naturalmente tutte le avventure vissute dagli “agenti” reclutati per l’occasione sono state documentate in maniera adorabile su Flickr, Facebook, Youtube e Twitter.

In questo modo i futuri potenziali clienti hanno avuto la possibilità di avere anticipazioni in anteprima sul nuovo prodotto, attraverso l’esperienza di altri clienti. Questa coraggiosa scelta è stata dettata anche dall’esigenza di stabilire un rapporto con quello che sarà il pubblico di riferimento di Ford Fiesta: quelli che vengono definiti “millennials”, ovverso sono tati tra il 1979 e il 1996 e dei quali, secondo uno studio Microsoft, oltre il 77% usa i social network ogni giorno e il 28% ha un blog personale.

Il programma ha già generato 6 milioni di video su Youtube, 740.000 Flickr views,  e più di  3,7 milioni di  Twitter impressions to date. In più, il nome e la brand awareness di Ford Fiesta è aumentata di quasi il 60%, secondo Jim Farley, Ford’s vice presidente del marketing (via the Detroit News).

Per sintetizzare ecco i tre step attraverso i quali Grant McCracken su “The conversation” riassume la campagna e il suo successo:

  1. Engage culturally creative consumers to create content.
  2. Encourage them to distribute this content on social networks and digital markets in the form of a digital currency.
  3. Craft this is a way that it rebounds to the credit of the brand, turning digital currency (and narrative meaning) into a value for the brand.

Ora Ford sta accettando video candidature per selezionare entro la fine di gennaio le 20 nuove squadre di agenti che parteciperanno al secondo capitolo di Fiesta Movement. Attendiamo curiose di scoprire cosa li aspetta.

3 Comments

  1. Federica a.k.a. Elisondo says:

    … già… se pensi che in genere è impossibile vedere anche solo un bozzetto prima del lancio è davvero una scelta fuori dal coro.

  2. Ciao, le mie considerazioni su questa interessante case history.

    http://pr-blues.blogspot.com/2009/12/social-media-marketing-senza-competenze.html

    1. Federica a.k.a Elisondo says:

      Ciao Enrico, grazie della segnalazione: ottimo post 😉

      [Grazie anche di essere passato a trovarci nella nostra nuova casina]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *