Il panico quotidiano

Christian Frascella, Il panico quotidiano, Einaudi 2013
Christian Frascella, Il panico quotidiano, Einaudi 2013

Ho preso in mano questo libro e ho letto la quarta:

Leggere questo libro è un’esperienza sconvolgente. Lo inizi e non riesci piú a smettere, trascinato dalla forza delle parole, che sono nuove, febbrili, contagiose. […]

– Bah. Che esagerazione – Ho pensato.

L’ho aperto e iniziato perché le prime scene che mi sono trovata davanti, a dispetto di questa promessa un po’ pretenziosa in copertina, sono familiari. Lo stile leggero e ironico.

Ed è così che lo fa. È così che ti attrae irresistibilmente in una rete fitta e appiccicosa da cui non ti liberi nemmeno dopo l’ultima pagina, ma che ti segue silenziosa e cupa per diversi giorni.

Leggetelo. Ma sappiate che leggere Il panico quotidiano è davvero un’esperienza sconvolgente. Non pensate che basterà appoggiarlo quieto nella vostra libreria per sentirvi in salvo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *