Il vicino responsabile, di Jacob Appel

Il vicino responsabile, J. Appel

Questa sera, dopo essermi lasciata alle spalle parenti, pranzi, pacchi e altri doveri natalizi, sono ritornata nel mio appartamentino milanese.

Cercando come al solito le chiavi davanti al portone ho notato un biglietto scritto a mano, ma con tutta l’aria di essere una comunicazione piuttosto ufficiale. Diceva solo: È pericoloso aprire il portone agli sconosciuti.

Salendo le scale ho iniziato a immaginare che, come minimo, durante il week end il mio condominio fosse stato teatro di un triplice omicidio ad opera di quel signore del secondo piano: quello che se ti sporgi dal ballatoio puoi vedere fissare il vuoto perennemente in mutande davanti alla finestra della camera da letto. Lui sì che potrebbe essere un personaggio dei racconti di Jacob Appel e far compagnia ai protagonisti di Il vicino responsabile, il racconto edito da 40k books che mi ha fatto compagnia durante il viaggio in treno.

In fondo il clima di isteria collettiva non caratterizza solo la New York post 11 settembre in cui ancora una volta l’autore ci accompagna.  Fare la conoscenza dei personaggi di Appel le cui vite si sfiorano e le cui ossessioni si scontrano non è diverso dall’immaginare i destini delle persone che incrociamo in tram al mattino, tra paranoie, pregiudizi e paure perché troppo raramente ci poniamo la domanda:

Il problema è intorno a noi, o dentro di noi?

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *