JetBlue Go Place: la raccolta punti attraverso Facebook Places

I social network per la geolocalizzazione si prestano molto bene a operazioni promozionali. E sembra quasi emergere un trend per quanto riguarda le compagnie aree: dopo l’esperienza di KLM, di recente, ho letto su Mashable un altro caso che trovo efficace.

JetBlue ha lanciato un programma fedeltà attraverso i social media. In particolare ha scelto di premiare con una ricompensa i suoi clienti che utilizzeranno Facebook Places per fare check-in negli aeroporti (da notare la scelta di Facebook, a discapito di altri servizi come Foursquare o Gowalla, dovuta probabilmente a ragioni squisitamente quantitative).

JetBlue Go Places
JetBlue Go Places

Come funziona? Semplice:

  1. innanzi tutto occorre diventare fan della Facebook Page e registrarsi;
  2. gli utenti riceveranno 25 punti TrueBlue ogni volta che fanno un check-in nei punti ufficiali JetBlue all’interno degli aeroporti;
  3. i primi 100 clienti che faranno check-in in alcuni punti specifici, come l’aereporto internazionale John F. Kennedy di New York oppure l’aeroporto internazionale di Orlando riceveranno 100 punti;
  4. chi accumula almeno 5.000 punti può utilizzarli per volare gratis.

Certo, certo alla fine non è niente di diverso dalla solita raccolta punti, uno dei miliardi di programmi fedeltà che ci tormentano quotidianamente. Ma credo ci sia qualcosa di più.

In fondo non è come accumulare punti in relazione a un acquisto effettuato: chiunque può fare check-in in un punto JetBlue, ma poi volare con un’altra compagnia. Nonostante questo però, si crea un legame, si instaura una relazione con il brand.

Infine, l’aspetto ludico e relazionale (la sfida con i propri amici, la voglia di comunicare ai propri contatti che si sta intraprendendo un viaggio) amplifica l’efficacia dell’attività.

1 Comment

  1. […] This post was mentioned on Twitter by Federica Dardi, Tin Hang Liu. Tin Hang Liu said: JetBlue Go Place: la raccolta punti attraverso Facebook Places http://bit.ly/fkH9bi #SMM #Italy […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *