Un mondo diverso è possibile.

Qualche tempo fa mi è arrivata via email dall’autore di mugmagazine la gradita segnalazione di un nuovo blog. Si chiama jot down. Come recita il suo manifesto:

“Jot Down intende segnalare solamente progetti, brand, aziende e artisti che nel fare il loro lavoro “tengono conto” dell’ambiente e operano, nel rispetto di chi gli sta intorno, in maniera ecocompatibile

Ed è su jot down che scopro anche questo interessante studio di Firenze, si chiama Frush e si occupa di graphic design e comunicazione “sostenibile”. Ecco le loro linee guida:

  1. Ri-pensare.
  2. Risparmiare energia.
  3. Ridurre, riusare e riciclare.
  4. Localizzare.
  5. Risparmiare denaro.
  6. Contaminare i saperi.
  7. Diffondere.
Per saperne di più, leggete la loro filosofia.

1 Comment

  1. Anonymous says:

    questo titolo mi fa venire in mente la canzone dei Corni Petar, un mondo possibile..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *